Hai bisogno di aiuto?

La nostra filosofia

Il caffè è una scusa, "una scusa per dire ad un amico che gli vuoi bene", così raccontava l'indimenticabile Luciano de Crescenzo ed aveva proprio ragione; non c'è incontro, conversazione tra amici, parenti o colleghi che non finisca davanti ad una tazzina fumante;

il caffè è un momento di evasione… Cos'è l'evasione se non fregarsene di tutto?

Potremmo spiegarlo così il progetto Vafammoka: il termine, simpatica fusione tra il "fuck it" napoletano e la moka, l'irriducibile classica caffettiera domestica, vuole riferirsi al potere liberatorio del mandare letteralmente "a quel paese" tutto ciò che non va e sorridergli di rimando, come? con un caffè!: "vai a fare la moka"

Non c'è nulla di aggressivo nel "Vafammoka therapy",
è piuttosto l'arte di imparare a vivere con più leggerezza, senza lasciarsi sorprendere dallo stress, è volersi bene, imparare a guardasi dentro ed ascoltare i propri desideri

L'espressione profana tipica dei nostri tempi, è il baluardo di una post moderna filosofia improntata a respingere ansie spesso inutili e improduttive, a mettere ordine nei pensieri e a ristabilire le giuste priorità

Un modo per dare un calcio ai problemi che ci affannano e a godere dei piccoli piaceri dell'esistenza; un "vaffa", ogni tanto, è terapeutico! è sinonimo di libertà interiore e così come un buon caffè, è un modo per dire a se stessi "adesso conto solo io e ciò che mi fa stare bene"

Prendiamoci una pausa da tutto, che sia una moka, una cialda o una capsula, perché il caffè non vuole pensieri